In Europa gli italiani lavorano di più, ma guadagnano poco!

Già, siamo sempre lì, se lo dice un cittadino è solo una banalità, ma quando arriva il mega studio ufficiale allora la cosa è vera!

Infatti da un rapporto dell’OCSE di qualche mese fa si viene a sapere (ma va!) che in Europa, gli italiani sono quelli che lavorano di più con una media annuale di 1.800 ore.

I francesi se la prendono più comoda con le loro 1.564 ore, i tedeschi seguono con 1.436 ore; gli olandesi invece se la spassano con le loro 1.391 ore.

D’altro canto a più ore di lavoro corrispondono più soldi? Certo che … NO!

Infatti qui la classifica si inverte e dove la media europea del salario (dell’area OCSE) è di 36.211 $  in Italia è di 31.051 $. In Olanda, dove, come abbiamo visto si lavora meno che da noi, si quadagna una media di 44.037 $

Ma qualcosa mi dice che noi questo lo sapevamo già!

Come sempre siamo i “più sfruttati e malpagati” (riprendendo le parole di Rino Gaetano)!

Ma saltiamo i commenti scontati, che, vedendo questi dati ci vengono subito in mente (con imprecazioni varie)

Lo stesso studio ci rivela che la disoccupazione in Italia è in calo (del 6,3% contro il 9,6% dell’anno precedente e in previsione nel 2008 del 6,0%) 

Qualcuno dirà (malignamente!?!) “E ci credo, con tutta questa precarietà, con questa marea di lavori a tempo determianto di pochi mesi, quando non di qualche settimana…, è normale che aumenti almeno sulla carta, l’occupazione”.

Bene, nonostante queste ottimistiche statistiche giocate sulla pelle degli italiani, tuttavia siamo al di sotto della media europea!!! Praticamente, tra i 30 Paese dell’OCSE, l’Italia è al quart’ultimo posto!

Vi dico solo una cosa… la prossima volta che andate a votare, l’unico simbolo da sbarrare è quello di “No al cetriolo!”

no_cetriolo.jpg

Ringraziamento a Princefaster per lo spunto a questo post

2 Risposte to “In Europa gli italiani lavorano di più, ma guadagnano poco!”

  1. diggita.it Says:

    In Europa gli italiani lavorano di più, ma guadagnano poco!

    Già, siamo sempre lì, se lo dice un cittadino è solo una banalità, ma quando arriva il mega studio ufficiale allora la cosa è vera!

    Infatti da un rapporto dell’OCSE di qualche mese fa si viene a sapere (ma va!) che in Europa, gli italiani sono …

  2. Antonio Says:

    sono convinto che i prezzi che paghiamo a distanza di 7 anni dalla venuta dell’euro sono standard in tutta Europa, ma sono anche convinto che Noi italiani non smetteremo mai di esserlo, nel senso che se non RUBIAMO non ci sentiamo tali. Allora i prezzi in Italia sono aumentati del 150 per cento rispetto a quelli europei.Poi variano in Regione e Regione. A Napoli si è usato dal principio il sistema del arrotondamento ES: se un chilo di mele
    alla raccolta costa 15 cent. metti il trasporto e la manodopera arriva a 40 cent al Kilo, al mercato dell’ingrosso arriva a 70 cent, il fruttivendolo dovrebbe caricarlo del 40% arriviamo ad 1,20 cent. Allora perche ci sono mele dello stesso tipo che variano da un minimo di 1,50 a 2,00 euro?.
    L’esempio e ovviamente assoggettato a tutti i prodotti.
    La soluzione, per i Nostri cari politici, è la seguente: Una legge che obbliga tutti i produttori ad affiggere i prezzi su qualsiasi prodotto, qualsiasi. Cosi, finiremo una volta del tutto di essere “italiani” ma italiani appartenenti a una Europa che si è standardizzata in un cammino di crescita comune.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: