Tutti offesi per le verità di Travaglio.

Dopo le dichiarazioni di Marco Travaglio a “Che tempo che fa” si è scatenato il solito finimondo televisivo e come sempre per il motivo sbagliato, infatti non nasce dalla vergogna di avere politici condannati o collusi con la mafia, ma tutto avviene perché qualcuno lo dice.

Il diretto interessato Schifani lo querela per diffamazione, interviene la commissione di vigilanza RAI, la Finocchiaro lo riprende duramente. Insomma, tutti contro Travaglio. Destra e sinistra sono uniti (sotto un partito unico!?!) nel coro di protesta.

Ma ricordiamoci che qui se c’è qualcuno che deve querelarlo è la muffa!

Da citare la frase di Travaglio nel filmanto. Quando Fazio gli chiede quante querele ha ricevuto finora per il libro, Travaglio gli risponde così: “Zero, perché quelli che querelano, non leggono libri“.

Parole sante!

 

Ma chissà come mai tutto questo non ci sembra strano e la RAI si da subito da fare a richiamare chi parla male dei loro amici (che non sono certo i telespettatori).

Ma del resto l’Italia è uno dei Paesi civili in cui non c’è molta libertà di stampa. Siamo messi meglio della Russia certo, ma siamo anche peggio del Ghana e sicuramente non siamo alla pari con altri Paesi europei.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: