Archive for the ‘I miei progetti’ Category

Yourbooks.it si rinnova

settembre 27, 2008

Terminata la breve beta della nuove versione di yourbooks.it

Il sito in questione permette di pubblicizzare le opere di scrittori emergente o comunque autori emergenti in genere (quindi anche i cd di nuovi musicisti e cantanti, o fotografie ed altro).

Ora è anche possibile trovare subito i libri gratuiti, ovvero le opere (solitamente in formato digitale, quindi ebook in pdf) scaricabili gratuitamente.

Le novità introdotte sono molte come la possibilità di votare e commentare le opere inserite; la possibilità per chi inserisce l’annuncio, di crearsi una propria paginetta web, utile soprattutto per chi non ha un proprio spazio internet; Poi ci sono tante sezioni tutte nuove, come la segnalazione dei servizi per l’autopromozione, dei software, dei siti; una Top 100 di siti internet; una bella galleria ed una sezione dedicata ai libri presenti in libreria.

Infine è presente anche un negozio online per la vendita di libri e dvd con titoli spesso scontati fino al 20%.

Il mio Moleskine

giugno 29, 2008

 

moleskine1

moleskine2 

In questi giorni, avendo preso un po’ a scrivere e a buttar giù idee ed appunti che mi vengono di giorno e soprattutto di notte, ho deciso di risploverare (è proprio il caso di dirlo) un piccolo e semplice nonchè utile strumento, ovvero il Moleskine.

Il Moleskine è un famoso taccuino utilizzato da artisti del calibro di Van Gogh, Picasso, Hemingway, ecc, artisti a cui io potrei solo che chinarmi ed essere usato come zerbino.

“Mi scusi Signor Vincent, posso portarle il cavalletto?”

Bene, dicevo, ho rispolverato questo oggetto per da sfogo alla mia vena creativa. Ce l’ho da diverso tempo, forse un paio d’anni, ma non l’ho mai utilizzato anche se mi ha sempre intrigato molto.

Il Moleskine mi era stato regalato da una cara amica, che sapendomi appassionato di Van Gogh ed “ingenuamente” credendo che io avessi una qualche dote creativa recondita, nascosta nella suola delle scarpe (ma io di solito portavo l’altro paio!), ha pensato di farmi questo (ora più di allora) gradito regalo.

Ho deciso di iniziare ad utilizzarlo anche perché non ne potevo più di appuntarmi tutto su post-it di ogni forma e grandezza ed avere così un oggetto che potesse racchiudere in se tutte le mie idee.

E poi diciamocelo, fa figo avere un oggetto di quel tipo, anche se, essendo io piuttosto riservato, tengo a nasconderlo più che a vantarmecene.

Come si vede dalle foto, sto pian piano disintossicandomi dai foglietti gialli e gli appunti sono ancora un po’ disordinati, tuttavia ogni volta che scrivo a mano su quelle pagine bianche, la sensazione è diversa che dallo scrivere altrove e tutto acquista una magia particolare.

Il taccuino poi si presta anche allo “scarabocchiamento” quindi non mancheranno sicuramente degli schizzi a venire (che detto così sembra un po’ sconcio!) che magari pubblicherò qui sul blog.

Tra l’altro il Moleskin sarà il protagonista inconsapevole del mio probabile prossimo racconto (o qualcosa del genere).

Al di là della Terra – Racconto (7^ ed ultima parte)

giugno 13, 2008

L’attacco nemico partì e i primi nemici iniziarono la loro carica verso gli umani. Aumentavano a vista d’occhio, 5, 6, 8, ormai non li contavano più. Ormai era tempo di sparare.
Jackson estrasse dalla cintura una granata la settò e lanciò alla sua sinistra a metà strada tra il Goriton e il percorso che avrebbe dovuto fare Joy.
Iniziò a contare mentalmente poi si rivolse a Joy “Ora. Vaiii”
Joy iniziò a correre tenendo la testa abbassata e dopo pochi passi la granata detonò sollevando un ammasso di terra e polvere. Questo consentì al ragazzo di correre inosservato e l’attenzione delle sentinelle fu tutta per i tre soldati.

(more…)

Al di là della Terra – Racconto (6^ parte)

giugno 10, 2008

Dopo la serata piacevole del giorno prima che rafforzò la loro intesa, alla mattina seguente i quattro si ritrovarono al campo 17B dove iniziarono le simulazioni di battaglia e dove furono provati e messi a punto i nuovi equipaggiamenti.
Di certo si sentirono un po’ in colpa per non essere là fuori a combattere veri nemici, soprattutto quando nei rari momenti di pausa venivano a conoscenza delle battaglie e delle ennesime perdite umane.
La notizia della morte di un Wimol, o meglio di un suo suicidio, fu davvero shockante seppur condivisa da tutti. Era noto infatti che se un Wimol fosse stato catturato, questo aveva il compito di togliersi la vita per evitare che le sue informazioni cadessero nelle mani dei Ghnouk.

 

(more…)

Al di là della Terra – Racconto (5^ parte)

giugno 4, 2008

Questa zona era molto più tranquilla di quella al confine, ma non per questo la gente era meno frenetica.
La quantità d’insediamenti militari era più o meno lo stesso, soltanto si vedevano volti più seri o forse solo più professionali.
“Attento” gli disse tranquillamente Jackson.
“A cos…” provò a rispondere il ragazzo che fu investito da un’onda di energia.
Non gli fece male, ma gli diede i brividi lungo tutto il corpo e per un attimo allentò la presa di Philip che stava quasi per cadere.
“Che diavolo è stato?” chiese a Jackson che sorridente e senza nemmeno girarsi gli rispose.

 

(more…)

Yourbooks.it: per autori emergenti

giugno 2, 2008

Oggi vi segnalo un sito fatto da me!

Il sito in questione si chiama Yourbooks ed è una sorta di vetrina/scaffale per i libri di autori italiani emergenti. In pratica il sito mostra al primo impatto le copertine dei libri (e non), ma è possibile con un clic leggerne una breve descrizione, sapere il prezzo, l’autore, ecc.

Naturalmente il servizio è gratuito, sia per i visitatori, sia per gli autori che possono pubblicizzare e promuovere i loro scritti senza nessuna spesa.

Ma il sito non è rivolto solo agli scrittori emergenti, bensì anche a fotografi, disegnatori, musicisti, ecc. Inoltre è presente anche una sezione internazionale per opere di altre lingue.

In un anno di vita, sono state inserite in totale circa 280 opere, ma è solo l’inizio.

Il sito è in costante aggiornamento e negli ultimi mesi sono stati aggiunti altri servizi come gli RSS, Widget da inserire sul proprio sito, e in ultimo lo scambio link gratuito.

Da ricordare infine il blog aperto a tutti, anche nella scrittura, infatti chiunque può scrivere il proprio post per recensire libri, promuoverli, segnalare eventi o altro.

Perché ne parlo ora? Semplice perché ormai è in finire il primo anno e si è fatto tanto, ma non ci si fermerà qui. A venire verranno aggiunte nuove interessanti novità.

yourbooks

 

[Attenzione: avete letto una pubblicità NON occulta]

Al di là della Terra – Racconto (4^ parte)

maggio 30, 2008

 

Nei giorni che trascorsero, alternò la lettura in biblioteca con informazioni ottenute sbirciando in qualche corso, ma soprattutto preferì informandosi dal vivo dai residenti.
Girò liberamente per la cittadella, osservò parecchio in silenzio, notando sempre un elevato stato di organizzazione e solidarietà, soprattutto verso i nuovi arrivati. Ma non era pietà, era vera solidarietà umana, come non aveva mai visto sulla Terra. C’era sempre piena disponibilità da parte di quelli che lui considerava i ‘veterani’, verso i novellini come lui.
Spesso aveva attaccato bottone con qualcuno per cercare di tirargli fuori qualche scomoda verità, ma non riuscì a farsene dire neanche una. O tutti erano molto bravi a mentire oppure davvero non ce n’erano.

(more…)

Al di là della Terra – Racconto (3^ parte)

maggio 28, 2008

 

La doccia insieme al pianto servirono a portar via un po’ di tensione accumulata  in quelle frenetiche ore.
Sembrava che anche gli altri si fossero calmati. Forse era giunta la rassegnazione o forse solo un sedativo.
Joy accese la TV. Assomigliava molto a quelle del suo vecchio mondo, ma forse era così solo per renderla più familiare a chi arrivava dalla Terra.
Girò un po’ di canali ma quasi tutti trasmettevano notiziari. Poco male visto che in fondo era quello che cercava. Voleva informarsi un po’ sulla situazione.
Nel frattempo iniziò a vestirsi senza staccare gli occhi di dosso dalle immagini che venivano trasmesse.
C’erano degli ultimi aggiornamenti sulle zone appena attaccate. Venivano date delle informazioni ai residenti sulle nuove sezioni da raggiungere.
Il clima non era certo tranquillo ma il giovane Hanson si era seduto lo stesso sul letto a divorare i suoi panini.
Del resto pensava Joy, non sarebbe servito a nulla stare lì a preoccuparsi, quindi tanto valeva rifocillarsi.
E tutto sommato il cibo non era male.

(more…)

Al di là della Terra – Racconto (2^ parte)

maggio 19, 2008

Ora il giovane si sentiva solo, s’era quasi affezionato a quelle persone non solo perché lo avevano salvato, ma perché erano stati i primi che aveva visto da quando era arrivato in questa strana realtà.

Ma fortunatamente all’apertura della porta il senso di solitudine si alleviò quando vide altri come lui. Indossavano la sua stessa uniforme che supponeva essere la divisa dei novellini.

Si vedeva che erano come lui anche dalle loro facce spaurite, come del resto doveva essere la sua.
Saranno state una ventina di persone che lentamente prendevano posto a sedere, mentre un uomo era posizionato in fondo alla stanza dietro ad una grossa scrivania.

Quando tutti i novellini presero posto, l’uomo solitario si alzò.

(more…)

Al di là della Terra – Racconto (1^ parte)

maggio 8, 2008

E’ da tempo che ci sto lavorando su e finalmente mi sono deciso a mettere online il mio prossimo racconto. Il racconto non è ancora finito e praticamente lo pubblicherò man mano che lo scrivo (magari mi porto un po’ avanti per effettuare almeno una correzione base). Sicuramente quello che verrà pubblicato non sarà la versione definitiva, poiché al termine apporterò sicuramente delle migliorie e delle correzioni, quindi quello che leggerete su questo blog sarà una versione rozza, ma la storia c’è tutta.

Il racconto s’intitola “Al di là della terra“, giocando un po’ sul doppio significato. Sta volta si tratta di una storia di fantascienza e mi auguro che vi appassionerà.

Buona lettura.

————————————————————————————

Joy lo sapeva da tempo che sarebbe andata a finire così. Lo sapeva proprio, o meglio, se lo sentiva. Del resto quella strada non gli era mai piaciuta. Figurarsi poi proprio quella sera con la pioggia dei giorni passati. Lui certamente non era uno stinco di santo al volante, ma da quelle parti stava sempre attento. Ma sta volta a quanto sembrava non lo era stato a sufficienza ed ora temeva che laggiù, parecchio distante dalla strada, sarebbe passato diverso tempo prima che qualcuno si accorgesse di lui. Forse troppo tempo.

  (more…)