31 anni e non sentirli!

luglio 10, 2008

Era il ’77 (buona annata!) ed usciva “Spendi spandi Effendi” di Rino Gaetano. A 31 anni di distanza è più che mai attuale.

Non ci sono più i graffiti di una volta!

luglio 10, 2008

Negli ultimi giorni mi è capitato di vedere due nuovi “graffiti” su dei muri, o per meglio dire delle semplici scritte.

Si nota subito che sono messaggi d’amore e si vede anche che sono scritti da persone moooolto giovani. Perché?

Beh dal primo si nota per le abbreviazioni usate, mentre l’altro per la grammatica scarsa!

Il primo era qualcosa del genere:

graffiti1

Alché io mi chiedo… Ma se questo t’ha dedicato 3 anni della sua vita… tu almeno dedicargli qualche vocale in più?!?

 

L’altro invece l’ho visto oggi, quindi bello fresco e mi ha fatto scompisciare per la sua ingenuità!

graffiti2

 

Dai, tuttavia fanno tenerezza. Che teneri ignoranti 🙂

C’era una volta …

luglio 9, 2008

ceraunavolta

C’era una volta l’emergenza Alitalia, c’era una volta l’emergenza rifiuti.
C’è l’emergenza disoccupazione  e precariato (anche se nessuno ne parla), c’è l’emergenza morti bianche, c’è la crisi economica che 
avanza galoppante e poi c’è il governo che si preoccupa in tutta fretta dei processi e dell’immunità per le alte cariche dello Stato!

C’è un opposizione che si sveglia quando ormai il cetriolo è entrato quasi tutto. Anzi c’era!

E c’è chi prova a svegliare le coscienze e a scendere in piazza, poi però i media ne parlano solo per gli attacchi al Papa.

Ma non preoccupatevi, è soltanto un sogno … si spera!

L’ombrellone te lo ficco nel …

luglio 9, 2008

 

ombrellone

Arriva l’estate e come sempre concorsi truccati e leggi dubbie che passano senza l’indignazione della gente.

Come ti premium!

luglio 7, 2008

mediasetpremium

Giorni fa mi arriva un’e-mail dalla Mediaset Premium, poiché mio padre usa il digitale terestre per vedere il campionato di calcio.

L’e-mail da una buona notizia, o almeno questo sembrava all’inizio.

Infatti, grazie alla legge Barzell… ehm Bersani, è possibile effettuare la portabilità del credito residuo, ma gira gira si scopre che è come per i mutui… una bella inc***tura!

Così, letta l’e-mail che invita ad andare sul sito per sapere come ottenere il rimborso o il trasferimento del credito su una nuova tessera, mi precipito a leggere sul sito Mediaset Premium, e come potete leggere la cosa è conveniente solo se sulla carta per il DTT c’è più che nella vostra carta di credito, perché se in definitiva è rimasto solo qualche euro la cosa non è per nulla conveniente, anzi.

Ed infatti questa è la procedura per richiedere il trasferimento del credito o il rimborso:

“Mediaset Premium verificherà la presenza del credito residuo sulla tessera scaduta e procederà al trasferimento dello stesso sulla nuova tessera indicata dall’utente al netto dei costi relativi alla gestione dell’operazione (pari ad euro 2,50 + euro 0,50 (iva) per un totale di euro 3,00 ( importo soggetto a eventuali variazioni in relazione alle valutazioni in corso da parte dell’AGcom). In caso di richiesta di restituzione del credito, il cliente riceverà direttamente tramite bonifico bancario o vaglia postale (a seconda della scelta effettuata al momento della compilazione del modulo) il credito non usufruito al netto dei costi relativi alla gestione dell’operazione (pari ad euro 5,00 + euro 1,00 (iva) per un totale di euro 6,00). Non verranno comunque rimborsati o restituiti i crediti il cui ammontare sarà inferiore o pari agli importi sopra riportati.

Al tutto va aggiunto poi il costo di una raccomandata con ricevuta di ritorno per poter inviare il modulo da scaricare sul sito.

Bella convenienza no?

Censor Bar Fun

giugno 30, 2008

cens_bar

Il mio Moleskine

giugno 29, 2008

 

moleskine1

moleskine2 

In questi giorni, avendo preso un po’ a scrivere e a buttar giù idee ed appunti che mi vengono di giorno e soprattutto di notte, ho deciso di risploverare (è proprio il caso di dirlo) un piccolo e semplice nonchè utile strumento, ovvero il Moleskine.

Il Moleskine è un famoso taccuino utilizzato da artisti del calibro di Van Gogh, Picasso, Hemingway, ecc, artisti a cui io potrei solo che chinarmi ed essere usato come zerbino.

“Mi scusi Signor Vincent, posso portarle il cavalletto?”

Bene, dicevo, ho rispolverato questo oggetto per da sfogo alla mia vena creativa. Ce l’ho da diverso tempo, forse un paio d’anni, ma non l’ho mai utilizzato anche se mi ha sempre intrigato molto.

Il Moleskine mi era stato regalato da una cara amica, che sapendomi appassionato di Van Gogh ed “ingenuamente” credendo che io avessi una qualche dote creativa recondita, nascosta nella suola delle scarpe (ma io di solito portavo l’altro paio!), ha pensato di farmi questo (ora più di allora) gradito regalo.

Ho deciso di iniziare ad utilizzarlo anche perché non ne potevo più di appuntarmi tutto su post-it di ogni forma e grandezza ed avere così un oggetto che potesse racchiudere in se tutte le mie idee.

E poi diciamocelo, fa figo avere un oggetto di quel tipo, anche se, essendo io piuttosto riservato, tengo a nasconderlo più che a vantarmecene.

Come si vede dalle foto, sto pian piano disintossicandomi dai foglietti gialli e gli appunti sono ancora un po’ disordinati, tuttavia ogni volta che scrivo a mano su quelle pagine bianche, la sensazione è diversa che dallo scrivere altrove e tutto acquista una magia particolare.

Il taccuino poi si presta anche allo “scarabocchiamento” quindi non mancheranno sicuramente degli schizzi a venire (che detto così sembra un po’ sconcio!) che magari pubblicherò qui sul blog.

Tra l’altro il Moleskin sarà il protagonista inconsapevole del mio probabile prossimo racconto (o qualcosa del genere).

Provaci ancora Silvio

giugno 27, 2008

 

Solitamente non segnalo post di Grillo sul blog, ma visto l’interesse internazionale della cosa, sta volta ho deciso di fare un’eccezione.

 

Il Financial Times di oggi scrive:
Oh no, non ancora.
Ancora una volta il focus di Berlusconi è sé stesso e non gli italiani.
Silvio Berlusconi è in carica in Italia da 50 giorni. Guardare il suo nuovo governo in azione è un po’ come mettersi a sedere per guardare un cattivo vecchio film ancora una volta. Quando il leader di Forza Italia governò l’Italia dal 2001 al 2006, spese troppo tempo a legiferare per proteggere sé stesso dai procedimenti giudiziari e troppo poco per riformare l’economia italiana. E’ presto per dare giudizi definitivi, naturalmente. Ma l’ultima prova di governo di Berlusconi assomiglia già a un altro film dell’orrore.
Ancora una volta, il settantunenne primo ministro sta spendendo molta della sua energia politica per fare leggi che lo proteggano dai pubblici ministeri italiani. Vuole fare approvare una legge che sospenderebbe per un anno molti processi per i quali è prevista una condanna inferiore ai 10 anni. Se la legge sarà approvata verrà affondato il processo previsto per l’inizio del mese prossimo nel quale Berlusconi è accusato di aver pagato 600.000 dollari al suo avvocato inglese, David Mills. L’opposizione ha soprannominato la legge: “salva premier”.
Berlusconi non si ferma qui.

 

Leggi il seguito di questo post »

Condizionatori fai da te

giugno 25, 2008

Visto il caldo di questi giorni e le impellenti necessità sudoripare, ecco un paio di vecchi post ma sempre validi.

http://www.gadgetblog.it/post/4384/costruisci-un-condizionatore-fai-da-te

http://www.sdamy.com/condizionatore-fai-da-te-124.html

Rubrica eletteraria

giugno 21, 2008

bivona

Se amate Dante, Lungaretti, Fosforo e tutti questi personaggi famosi, allora questo video fa per voi!!!